Costiera Amalfitana

Informazioni turistiche Costiera Amalfitana

Costa d'amalfi

Credesi che la marina da Reggio a Gaeta sia quasi la più dilettevole parte d’Italia; nella quale assai presso Salerno è una costa sopra il mare riguardante, la quale gli abitanti chiamano la costa d’Amalfi, piena di piccole città, di giardini e di fontane, e di uomini ricchi e procaccianti in atto di mercatantia, sì come alcuni altri.Tra le quali cittadette n’è chiamata Ravello, nella quale, come che oggi v’abbia di ricchi uomini, ve n’ebbe già uno il quale fu ricchissimo, chiamato Landolfo Rufolo;”… “Costui dunque, sì come usanza esere de’ mercatanti, fatti suoi avvisi, comperò un grandissimo legno, e quello tutto, di suoi denari, caricò di varie mercatantie e andonne con esse in Cipri”.

Così sriveva Giovanni Boccaccio nel 1349-1351, nel suo “Decameron”, II giornata, 4 novella.

La Costiera Amalfitana è già ripresa nel suo fulgore e nella sua magnificenza dal grande toscano, padre della narrativa moderna; fulgore e magnificenza che l’accompagnarono nei secoli, fino ad oggi, in cui, matura di tutto il suo passato, se ne sta con i suoi verdi,i suoi limoni, le sue rocce di ginestre, le sue ville – rampicanti, e i suoi profumi, scoscesa su un mare smeraldo, ad aspettare i tesori saraceni.